Le mura di Tramontana

Le mura di Tramontana rappresentano un luogo simbolo per la città di Trapani. Il nome deriva dal conosciuto vento freddo che, a volte, spira da queste parti. Un luogo dalla massima suggestione che, dunque, non devi assolutamente lasciarti scappare. Fare una bella passeggiata nella passeggiata a mare, lungo le mura di Tramontana, ti consentirà di ammirare uno dei paesaggi più suggestivi di tutta la Sicilia occidentale.

Le mura di Tramontana e la porta Botteghelle

Trapani, lo racconta la storia, è una città dalle origini antichissime. A difesa proprio della città sono sorte le cosiddette mura di Tramontana. Gli attacchi, difatti, erano molto frequenti ed era necessario provvedere ad un accurata protezione. Questo è lo scopo delle mura che risultano essere molto imponenti e solide. L’abitato era racchiuso in queste mura che lo cingevano e ne delimitavano l’intero perimetro. Undici erano le porte previste di cui la nota porta Botteghelle che consentiva l’accesso al piccolo cimitero che era stato costruito a pochissima distanza dalle mura.

porta delle botteghelle
Porta delle Botteghelle

La Porta Botteghelle si aprirà quasi improvvisamente davanti ai tuoi occhi e ti permetterà di avere accesso alla spiagga rocciosa e sabbiosa al tempo stesso da dove potrai ammirare un panorama bellissimo.

Durante la stagione invernale il luogo si riempie di Posidonie che si spiaggiano e ti regalano la bellezza di un panorama davvero selvaggio ; durante il periodo estivo, invece, è questa una delle mete preferite da turisti e trapanesi che ricercano un momento di relax contraddistinto da tranquillità e paesaggi unici.

Tornando alle mura, solo una parte di quelle che difendevano Trapani andarono sotto il nome di mura di Tramontana. Si tratta delle strutture collocate nella zona settentrionale della città, quella più esposta al vento di Tramontana.

La realizzazione risale al tredicesimo secolo in concomitanza con la dominazione spagnola sull’isola. Fu, infatti, il re Giacomo d’Aragona a volere la loro realizzazione mentre al loro rinforzo ed ampliamento pensò l’imperatore Carlo V.

Attualmente puoi goderti una bellissima passeggiata sul lungo mare della città proprio in corrispondenza di queste mura di cui rimangono solo alcuni ruderi. Si tratta di un breve tratto che parte dalla nota Piazza del Mercato del Pesce ed arriva sino al Bastione Conca. Il resto della struttura è stato distrutto subito dopo l’Unià d’Italia avvenuta, lo ricordiamo, nel marzo del 1861.

Nonostante la sua brevità, si tratta di un luogo molto suggestivo, praticamente unico. Ti offrirà, difatti, la possibilità di passare dal centro storico della città alla spiaggia scendendo una breve scalinata.

Ancora dubbioso sul visitare questo luogo incantato? Ti consigliamo di cogliere l’opportunità al volo e di approfittarne. San Vito Lo Capo, d’altra parte, non è così distante!