La Cattedrale di San Lorenzo

In pieno centro storico di Trapani troverai l’imponente Cattedrale di San Lorenzo. Una delle chiese più importanti in questa città siciliana che ha fatto delle sue tantissime strutture religiose uno dei suoi maggiori punti di forza.

La Cattedrale di San Lorenzo, una storia lunga secoli

La sua edificazione fu voluta da Alfonso il Magnanimo ed avvenne sui resti di quello che era un istituto religioso preesistente. Si trattava della cosiddetta Cappella di San Giorgio, costruita nel 1102 per volere della comunità marinara genovese. Non è un caso, dunque, se l’intitolazione fosse stata proprio a San Giorgio, patrono della città di Genova. L’anno di costruzione della Cattedrale di San Lorenzo è, invece, il 1421 ma ciò che ammirerai oggi non è quanto si ammirava agli inizi. La struttura, infatti, è andata incontro, nei secoli, a diverse opere di rifacimento e di restauro che l’hanno portata ad avere l’aspetto odierno.

Duomo di San Giorgio

Le modifiche più importanti sono quelle che hanno riguardato la cupola della Cattedrale di San Lorenzo. Queste sono state fatte da un noto architetto del tempo che si era già occupato della nota Chiesa del Purgatorio.

Se, al giorno d’oggi, questo edificio è riconosciuto come Cattedrale di San Lorenzo, non era così agli inizi. Da semplice chiesa, infatti, si passò alla “promozione” a cattedrale nel 1844 quando la città siciliana venne scelta come sede vescovile.

Soffermandoti ad osservare l’imponente struttura dall’esterno, noterai che esso è sinonimo puro di tutti i dettami dell’arte barocca, molto in voga nel Quindicesimo secolo in Sicilia. Fa bella mostra di sé un portico di pregio dotato di tre archi ciascuno dei quali viene sorretto da quattro colonne finemente intagliate. Gli interni, invece, prevedono la presenza di tre navate. Come accadeva per buona parte delle chiese del periodo, la pianta è a croce latina. L’opera più importante che non puoi assolutamente perderti se deciderai di visitare la cattedrale dall’interno è il cosiddetto “Cristo Morto”. Si tratta di una statua la cui realizzazione è attribuita a Giacomo Tartaglia. La grandissima particolarità di quest’opera è quella di sembrare quasi vera per merito del colore del marmo con cui è realizzato (riproduce, in maniera perfetta, l’incarnato umano).

Cristo Morto

Sempre all’interno della cattedrale troverai due splendidi organi a canne. Il primo, quello principale, risale alla fine degli anni Sessanta ed è stato costruito dai Fratelli Ruffatti. Attualmente, la sua collocazione è sulla cantoria. L’organo secondario, invece, si trova nella variante sinistra del transetto. Altrettanto bello è, però, molto più recente essendo stato realizzato nel 2008 dai noti Fratelli Cimino.

La Cattedrale di San Lorenzo è stata meta di Papa Giovanni Paolo II che, nel 1993, durante una visita nella città di Trapani, vi si è soffermato. Memorabile per tutti i trapanesi il discorso che il pontefice tenne davanti a tutto l’ordine sacerdotale della città. Migliaia, in quell’occasione, i fedeli sopraggiunti da ogni parte della Sicilia.

Una meta imperdibile della tua visita a Trapani, specie considerato che da San Vito Lo Capo ti basterà un’oretta di automobile per raggiungerla.